mi sono distratta un attimo

per qualche giorno mi sono dimenticata di passare di qui. oggi mia madre mi dice “hai visto che hai dei commenti sul blog?”. io non sapevo nemmeno che mia madre leggesse il mio blog, a dire la verità. comunque. leggo, rispondo, visito chi mi ha commentata, eccetera. poi mi accorgo che nella colonna a sinistra è comparsa la scritta “blog … Continua a leggere

diario di una che vorrebbe smettere di fumare

dato che ormai l’unica cosa di cui riesco a parlare in questi giorni è che sto smettendo di fumare, ho deciso di aprire un blog a tema, così chi vuole leggerlo lo legge, chi non lo vuole leggere smetterà di essere ammorbato dai miei deliri di tossica! l’ho aperto perché ho letto da qualche parte che scrivere dei propri tentativi … Continua a leggere

e io che mi credevo riguardo ad avatar

credevo che avatar fosse una cagata pazzesca. uno di quei film ambientati in un paesaggio fantasy, con mille effetti speciali, in cui ci sono i cattivi che fanno la guerra ai buoni, e c’è uno che all’inizio è cattivo ma poi diventa buono e si innamora di una delle buone, e alla fine i buoni trionfano insieme all’amore e vissero … Continua a leggere

schiava del mio amore

san valentino è una festa inutile e consumista, verissimo. è una delle peggiori giornate dell’anno per chi è single e per chi divide  la propria vita  con chi non vorrebbe. ma io ho il lusso di avere al mio fianco colui che ho cercato per ventotto anni, e che alla fine ho trovato, e questa giornata me la godo, come … Continua a leggere

domani smetto

non è che lo dico per dire eh, tipo quando si dice “domani smetto” che sta per “non smetterò mai”. io domani smetto davvero. lui, il moroso, ha smesso già da ieri ed è una corda di violino. non gli si può parlare. non lo si può nemmeno guardare. sbuffa, sospira, si lamenta per tutto, mi sbrana appena apro bocca. … Continua a leggere

l’illusione dell’ecosostenibile

io, che in genere compro scarpe il cui prezzo oscilla tra i trenta e i cinquanta euro, oggi ne ho comprato un paio da ben centootto euro. oltre a sforare il budget, l’acquisto ha richiesto un notevole sbattimento. dopo averle viste sul sito, le ho dovute ordinare al rivenditore più vicino, cioè a quaranta chilomentri da dove abito. dopo un … Continua a leggere

non solo ti dice se sei incinta, ma anche di chi

la pubblicità del clearblue, test di gravidanza, recita: non solo ti dice se sei incinta, ma anche da quando. ogni volta che la sento, sostituisco il “da quando” con “di chi”. perché in fondo, è quello che vogliono comunicare, con quello spot. mi spiego. il ciclo di una donna dura circa ventotto giorni. se dopo, chessò, trentacinque giorni, non si … Continua a leggere

diciamo no al pigiama di pile

l’altro giorno ho visto al tg5 un servizio sui pigiami. tralasciando le oscure motivazioni per le quali un telegiornale debba trattare questo genere di argomenti, il senso del discorso era più o meno questo: “va bene che hai l’influenza, va bene che ti aggiri per casa come un fantasma, però, per favore, non farlo con quella roba inguardabile che ti … Continua a leggere

il principe azzurro esiste (e io l’ho trovato)

da ragazzine lo sognamo tutte, forse condizionate da film, telefilm e libri che ci raccontano l’amore romantico. lui, bello, sensibile, dolce e premuroso esiste e ci ama. l’illusione adolescenziale tende a svanire velocemente. telefonate che non arrivano, parole che non vengono pronunciate, di tutta la roba vista nei film e telefilm e letta sui libri, nemmeno l’ombra. ci rendiamo conto … Continua a leggere

la morte vista da me (un post allegro, insomma)

la madre di una mia amica ha le ore contate. la mia amica ha realizzato che è così e la speranza sta svanendo lasciando posto alla disperazione. la vedo distrutta, lei che si illudeva che ci si potesse convivere con un male così, e mi ripete che sua madre è sempre stata forte cazzo, e poi ha solo sessantatré anni. … Continua a leggere