insonnia

non riesco a dormire. e quando non riesco a dormire, ho bisogno di scrivere. non sapevo dove andare e sono tornata qui, in questo posto abbandonato mesi fa per la mia solita incostanza. i difetti ci inseguono. a volte ce ne dimentichiamo, ma loro rimangono lì pronti a venire a galla alla prima occasione. e non sto parlando dell’incostanza. questa … Continua a leggere

la prossima volta, quando mi licenzi, almeno avvisa

anche se potrebbe sembrare il contrario, non sono in ferie, sono in aspettativa (non pagata) da metà giugno, poiché una piscina coperta d’estate non ha ragione di rimanere aperta al pubblico. avrei un contratto fino a febbraio ma, a settembre, il mio posto di lavoro non sarà più lì ad attendermi. oggi, una collega mi ha chiamata per avvisarmi del … Continua a leggere

la bandabardò bardò

ieri sera sono stata al concerto della bandabardò e prima dell’imprecisato numero di birre che ho bevuto, ho pensato che oggi avrei dovuto scrivere di quella serata. della musica e del caldo, delle zanzare, del ballare e cantare e sudare col sorriso, del saltare tutti insieme, degli amici, dei discorsi che vengono fuori senza freni e senza pudore quando bevi … Continua a leggere

giulietta prega senza nome

ieri sera sono stata alla presentazione del libro “giulietta prega senza nome” di elena torresani, una mia quasi concittadina. sono venuta a conoscenza dell’autrice e del libro attraverso facebook e subito il titolo e la copertina mi hanno colpita. sapete quei libri che ti dicono “leggimi” dalla copertina? ecco. appena rientrata a casa, ho letto le circa settanta pagine tutte … Continua a leggere

un milione di euro

ebbene, sono tornata. non sto a raccontare la vacanza, tanto è tutto scritto su quell’altro blog. ora sono qui, tra lo smog, il rumore e l’umidità della bassa padana e stranone mi dice “cambiamo vita? ce ne andiamo?” “e dove ce ne andiamo?” dico io. “non lo so, in una casetta in collina, o al mare. perché non apriamo un … Continua a leggere

quando essere rincoglionita aiuta

stamattina, quella visita di cui parlavo ieri, non avevo proprio voglia di farla. ho iniziato tre ore prima a valutare l’ipotesi di disdire l’appuntamento e, se da una parte l’idea mi allettava, dall’altra il senso di colpa mi frenava. la mia coscienza mi ripeteva frasi tipo: “non si può avvisare con così poco anticipo” “e se poi scopri di avere … Continua a leggere

demenza senile

questa mattina ero convinta di avere una visita. pensavo proprio che l’appuntamento fosse il tredici maggio, infatti ho fissato un altro appuntamento, col dentista, domani mattina. ieri sera mi sono accorta che la caldaia è morta, sono senza acqua calda. allora appena sveglia ho chiamato il tecnico. ma non potevo farlo passare in mattinata, avevo la visita. nel pomeriggio lavoro. … Continua a leggere

maia, laica, kika

è bellissima, anche se ha gli occhi tristi e trema. ha tre mesi e arriva dalla romania, salvata da chissà quale situazione di maltrattamento. ieri l’ho vista per la prima volta in foto, oggi per la prima volta dal vivo. non sappiamo ancora come la chiameremo. a dire la verità non sappiamo nemmeno se ce la daranno. sì perché al canile, … Continua a leggere

sentirsi inaspettata

io e il mio compagno (compagno non inteso come comunista, anche se siamo comunque di sinistra eh, ma inteso come fidanzato; è che sono troppo vecchia per chiamarlo fidanzato e poi viviamo insieme, quindi è compagno) stiamo insieme da un anno e sette mesi e conviviamo da un anno e tre mesi. una delle cose che mi piace di lui, è che quando … Continua a leggere